jueves, 11 de julio de 2013

vuoto infinito

Vi siete mai chiesti perché quando siamo angosciati senza sapere il motivo preciso ci sentiamo vuoti dentro? Perché, secondo me, non sappiamo definire cosa veramente ci angoscia e questo ci spaventa, sì, ci spaventa molto. L’uomo moderno vuole sempre dare una spiegazione ad ogni cosa e ad ogni evento, e quando non ci riesce si sente vuoto perché il problema è più grande di lui e quindi si crea lo spazio che io chiamo ‘vuoto infinito’ perché finché non troviamo il motivo che lo ha creato, rimane con noi, come la nostra ombra. Forse il motivo preciso non c’è mai, ciò significa che il vuoto vive dentro di noi da sempre e per sempre, fa parte della nostra anima, fin da quando siamo nati e ci abbandonerà solo dopo la morte. Quindi lui è sempre dentro di noi, però in alcuni momenti lo camuffiamo con attimi felici, attimi, appunto, solo attimi, invece lui, il vuoto, è per sempre..


No hay comentarios.:

Publicar un comentario